• Inglese
  • Italiano
Loading...

BAROLO BUSSIA

La MGA Bussia, in assoluto la più estesa dopo Bricco San Pietro, è nata dall’accorpamento di molti cru storici di Monforte d’Alba come Pianpolvere, Dardi o Colonnello.
Uno di questi è senza dubbio il versante dei Fantini, i cui confini, come quelli dei cru prima citati, non sono attualmente definiti in modo univoco, definitivo e ufficiale come quelli delle MGA, per quanto una parte dei suoi vigneti sia oggi rivendicata come Vigna Fantini o Vigna dei Fantini.
L’area evidenziata in rosso in questa immagine è quindi frutto di un’interpretazione personale e indica comunque con buona approssimazione quelli che per tradizione possono essere considerati i Fantini, che vanno dal confine con Arnulfo, a sinistra nell’immagine, fino al bosco che a destra li divide da Salicetti, e più un alto dalla zona di Bricco Giubellini.

Il vigneto di Amalia Cascina in Langa, in giallo nell’immagine di sfondo, si colloca nella parte più alta della collina che è anche uno dei punti più elevati dell’intera MGA Bussia. In questo punto, come del resto in buona parte dei Fantini, l’esposizione è in prevalenza a sud-ovest e i terreni sono espressione delle Arenarie di Diano e hanno quindi una tessitura più sciolta e sabbiosa rispetto al resto della Bussia o anche rispetto a Le Coste di Monforte, da dove nasce l’altro Barolo aziendale da singolo vigneto.
Questa combinazione di suoli, esposizione e quota altimetrica, dà al Barolo dei Fantini un carattere più fruttato e nervoso rispetto al resto della Bussia, senza allo stesso tempo rinunciare all’intensità che è tipica di questa MGA.

Come per il Barolo Le Coste di Monforte, anche in questo caso dall’annata 2018 il periodo di permanenza in legno prevede un passaggio in botte di rovere francese da 26 ettolitri, così come fu nell’annata d’esordio (2013). Nelle annate 2015, 2016 e 2017 si è preferito invece un primo passaggio di 12 mesi in barrique, seguito da altri 20 mesi in botte grande.

È importante infine ricordare che questo Barolo, pur essendo fin dalla prima annata espressione della stessa vigna, solo dalla vendemmia 2018 riporterà in etichetta, accanto a Bussia, anche la dicitura Vigna Fantini.

 

       

Quota altimetrica: 470 m slm.
Esposizione: sud-ovest.
Geologia: Arenarie di Diano.

Anno di impianto: 2007.
Superficie: 0,63 ha.

Vinificazione: tradizionale, con macerazione sulle bucce di 30 circa.
Invecchiamento: in botti di rovere francese da 26 hl per circa 30 mesi.

Prima annata prodotta: 2013.
Annate prodotte: tutte, eccetto la 2014.

Barolo MGA 360

Questo sito è pensato per essere fruito in senso orizzontale.
Ruota il telefono e assicurati di avere un buon segnale!

;
Per avere un’esperienza d’uso migliore, ti consigliamo di nascondere la barra degli strumenti.

Scopri BAROLOMGA360

Il sito di riferimento creato da Alessandro Masnaghetti per tutti gli appassionati di Barolo e dei suoi cru.